Skip to main content

Cucine come caserme

Pubblicato il
29 Dicembre 2023
Maurizio Izzo

L’allontanamento dello chef Largeau non stupisce

Diciamo subito che i fatti sono tutti da accertare e se questo fosse stato fatto prima di gettare il presunto colpevole in pasto all’opinione pubblica sarebbe stato meglio. Ma al netto dei fatti, che non conosco, l’episodio di per sé non mi stupisce. Nell’occasione lo chef stellato Aurélien Largeau (Hôtel du Palais, cinque stelle della catena Hyatt a Biarritz) è accusato di maltrattamenti verso un dipendente con atti definiti di bullismo, vere e proprie vessazioni fatte davanti all’intera brigata. Alla proprietà è bastata la notizia, sui cui ora comunque si sta indagando, per decidere di allontanare lo chef. E anche questo colpisce perché evidentemente si ritiene possibile che su un luogo di lavoro, all’interno di una cucina si possa a arrivare per divertimento o per un’esibizione di supremazia a umiliare un lavoratore fino a farlo spogliare e legare a una sedia. E’ tempo ormai di prendere atto che un certo stile da caserma non si addice più ai luoghi di lavoro (per la verità neanche alle caserme) e che forse una delle ragioni per cui i giovani si sono allontanati dalle cucine sta anche in questo. Pagati poco, sfruttati oltre ogni limite e anche umiliati. No, non c’è stella che tenga e che possa giustificare ciò. 

 

Dal mondo social